Roma e Dpcm covid, la protesta dei ristoranti: "Abbiamo aperto e rischiamo per disperazione"

Roma e Dpcm covid, la protesta dei ristoranti: "Abbiamo aperto e rischiamo per disperazione"

Share This Content
Clienti seduti a tavola e normale attività di ristorazione anche dopo le ore 18.00. Fuoco e Farina, ristorante del quartiere romano di Conca d'Oro, è una delle attività (non moltissime per la verità) che hanno aderito alla protesta "#Ioapro1501" lanciata in tutta Italia per contestare le misure anti-contagio che impongono la chiusura serale. "Io non avrei mai immaginato di fare quello che sto facendo. Ma siamo disperati", afferma il titolare Max Vietri. "Rischi controlli e multe? Certo che sono preoccupato, so benissimo che sto rischiando - aggiunge -. Ma se siamo arrivati fin qui è perché siamo esasperati". .Di Francesco Giovannetti